Menù

Aforismi e citazioni di William Maugham

william maugham

Aforismi e citazioni di William Maugham

 

Chiunque fondi le proprie convinzioni sull’evidenza delle cose non può non negarla.

L’uomo che muore per il suo paese muore perché questo gli piace, così come un altro mangia cetriolini sottaceto perché gli piacciono. Se gli uomini potessero preferire il dolore al piacere, la razza umana sarebbe spenta da un pezzo.

Una donna può perdonare ad un uomo il male che le fa ma non potrà mai perdonargli i sacrifici che egli compie per lei.

La gente mi ha sempre interessato, ma non mi è mai piaciuta.

I Tasmaniani, presso i quali l’adulterio era sconosciuto, sono oggi una razza estinta.

Più un uomo è un farabutto, più le sue amanti gli sono affezionate. Solo quando un uomo si comporta secondo la decenza e tratta le donne come fossero degli esseri umani, allora passa dei guai.

Il gran vantaggio di un governo democratico è che il merito, sostenuto dalle amicizie influenti, ha quasi la certezza di trovare la sua giusta ricompensa.

La tolleranza è un altro nome per l’indifferenza.

Ogni produzione di un artista potrebbe essere l’espressione di una avventura della sua anima.

Il critico capace dovrebbe essere un filosofo, perché dalla filosofia ha imparato la serenità, l’imparzialità, e la transitorietà delle cose della vita umana.

L’amore è quello che succede ad un uomo e una donna che non si conoscono.

Tutti possono dire la verità, ma solo pochi possono comporre epigrammi.

Una donna si sacrificherà sempre, se gliene date l’occasione. È la sua forma preferita di autoindulgenza.

Gli ideali hanno molti nomi, e la bellezza è uno di quelli.

Il vantaggio di vivere all’estero è che, venendo a contatto con le maniere e i costumi di un altro popolo, questi si possono osservare dal di fuori e vedere che non sono così essenziali come li ritengono gli abitanti del paese. Ciò che per uno appare evidente, per lo straniero è assurdo.

Gli uomini hanno una concezione sbagliata del posto che occupano nella natura; e questo errore è ineliminabile.

La perfezione ha un grave difetto: ha la tendenza ad essere noiosa.

La gente ti chiede una critica, ma in realtà vuole solo una lode.

La bellezza è estasi; è semplice come il desiderio del cibo. Non si può dire altro sostanzialmente, è come il profumo di una rosa: lo puoi solo odorare.

Gli ignoranti non possono non odiare, e temere insieme, coloro che si occupano delle cose ch’essi non capiscono.

La grande tragedia della vita non è che gli uomini muoiano, ma che cessino di amare.

Nella vecchiaia ci si pente soprattutto dei peccati non commessi.

Quando il piacere ha esaurito l’uomo, questi è convinto di essere stato lui ad esaurirlo; allora ti racconta, serio e grave, che non vi è nulla che possa soddisfare il cuore umano.

Non credo che si possa volere troppa sincerità nella società. Sarebbe come una trave di ferro in un castello di carte.

Chi può ottenere il dominio sugli altri se non ottiene il dominio su se stesso?

La gente ha sempre bisogno di mangiare, di bere e di divertirsi. Perciò si va a colpo sicuro quando si impiega il proprio denaro in ciò che il pubblico ritiene indispensabile.

L’uomo elegante è quello di cui non noti mai il vestito.

Segui le tue inclinazioni ma facendo attenzione al poliziotto in fondo alla strada.

Nessuno scrittore, per quanto violente siano le sue proteste, disdegna sul serio, se gli è chiesto, di leggere un libro ancora non pubblicato; si tratta del suo pupillo e possiede ancora quel fascino che, una volta arditamente stampato e rilegato, viene completamente distrutto.

È difficile essere allo stesso tempo uno scrittore e un gentiluomo.

Il denaro è una specie di sesto senso, senza il quale non si può fare pienamente uso degli altri cinque.

Ci sono persone stranamente congegnate. Criminali, per esempio, che lavorano come negri a dei piani che li portano in prigione e che, appena usciti, ricominciano da capo per approdare nuovamente in prigione. Se dedicassero la stessa perseveranza, la stessa intelligenza, lo stesso spirito di risorsa, ad attività oneste, guadagnerebbero posizioni importanti. Ma sono fatti così: amano il delitto.

L’amore è solo uno sporco trucco ai nostri danni per raggiungere la perpetrazione della specie.

La verginità è qualcosa di molto prezioso che tutte le ragazze vorrebbero perdere.

Vi sono tre regole fondamentali per scrivere un romanzo. Per sfortuna nessuno le conosce.

Il grado di civiltà di una nazione è misurato dal suo disprezzo per le necessità dell’esistenza.

La generale idiozia dell’umanità è tale che si possono muovere gli uomini a furia di parole.

La morte è una faccenda molto triste, molto noiosa, e il mio personale consiglio per voi è di non averci niente a che fare.

 

un autore a caso