Menù

Aforismi e citazioni di Karl Von Clausewitz

karl von clausewitz

Aforismi e citazioni di Karl Von Clausewitz

 

Poichè il talento e il genio agiscono all’infuori delle leggi la teoria, si trasformano nell’antitesi della realtà.

Mentre la nostra ragione si sente spinta alla chiarezza e alla precisione, lo spirito è spesso attratto dal vago.

I più grandi uomini di tutti i popoli famosi nella guerra appartengono sempre e soltanto ad epoche di un’alta civiltà.

Non si può biasimare un metodo se non se ne sa indicare un altro migliore.

È sempre in base ad un presentimento vago della verità che si è costretti ad agire.

La guerra non è nulla più che un proseguimento della politica con altri mezzi.

Lo stesso fine politico può produrre effetti totalmente diversi su popoli diversi e, anche sullo stesso popolo, in epoche diverse.

Nell’ emozione del momento i sentimenti dominano gli uomini più fortemente dei pensieri.

L’arte della guerra, considerata dal suo punto di vista più elevato, si cambia in politica.

Tanto più lo scopo della guerra verrà a coincidere con il fine politico e tanto più puramente militare e meno politica sembrerà essere la guerra.

Spesso è assai difficile dire, nel caso concreto, dove termini la forza di carattere e cominci la testardaggine.

Ogni forma di pensiero è senz’altro arte.

La timidezza naturale degli esseri umani, che vede soltanto un lato d’ogni cosa, li fa, con la prima impressione, propendere verso il timore e l’esagerata cautela.

Ogni attacco deve terminare con una difesa.

La paura è diretta alla conservazione fisica, il coraggio alla conservazione morale.

Tutto si configura diversamente quando passiamo dal regno delle astrazioni a quello della realtà.

La risolutezza sorge soltanto per un atto dell’intelligenza che, divenuta conscia della necessità del rischio, con questa necessità determina la volontà.

L’assoluto, la cosiddetta certezza matematica, non trova in nessun luogo una base solida nel calcolo della guerra.

Molti ritengono che sia sufficiente compiere metà sforzo. Un salto corto è più facile di un salto lungo, ma nessuno che voglia attraversare un fossato largo ne attraverserebbe prima solo metà.

Un animo forte è quello che anche nelle più forti emozioni non perde il proprio equilibrio interno.

Il fine politico in quanto motivo determinante della guerra, sarà la misura, tanto per la meta da raggiungere mediante l’attività bellica, quanto per gli sforzi necessari.

Per quanto riguarda la deduzione degli effetti dalle cause si presenta spesso una difficoltà insormontabile: non si conoscono affatto le vere cause.

 

un autore a caso