Menù

Aforismi e citazioni di Giorgio Faletti

giorgio faletti

Aforismi e citazioni di Giorgio Faletti

 

Ci sono persone che arrivano e partono e sono immediatamente posti vuoti, subito sostituiti da altre persone che arriveranno e partiranno per lasciare ancora il vuoto dietro di se.

La grandezza di un uomo si dimostra da quanti stupidi gli danno addosso.

Lasciami solo a sognare mostri e lascia che mi divorino se hanno fame e sete di me e delle mie tranquillità io non posso dirti quanto, io non voglio dirti quanto, io non devo dirti quanto odio c’è in me.

La mia ragazza è brutta. Una volta che stava giocando si è tagliata un dito, allora l’ho portata dal medico condotto e gli ho gridato: "Presto, ché la mia ragazza ha avuto un incidente! ", e lui, come ha aperto la porta e l’ha vista in faccia, ha detto: "Chissà la macchina".

Il gatto che si è scottato ha paura anche dell’acqua fredda.

L’amicizia è come l’amore. Non la si può riprodurre a comando. Ma quando passa, o quando la distruggiamo, lascia un grande senso di vuoto.

Si dicono parole che lasciano dietro conseguenze e significati. Si fanno gesti che possono ferire, per volontà espressa o per leggerezza. O per il semplice timore di essere feriti.

L’amore è così difficile da trovare e così facile da perdere.

Sarà il dormiente generato dal sonno e dalla paura che ci condurrà sull’antico sentiero, il guerriero ardente unico figlio di questa terra che da sempre non ha memoria. Eppure, da sempre, ricorda.

L’uomo porta da anni la sua faccia appiccicata alla testa e la sua ombra cucita ai piedi e ancora non è riuscito a capire quale delle due pesa di più.

Cicciolina è stata l’unico uomo politico italiano a farsi fare quello che gli altri uomini politici hanno fatto agli italiani.

Il buio e l’attesa hanno lo stesso colore.

 

un autore a caso