Menù

Aforismi e citazioni di George Herbert

george herbert

Aforismi e citazioni di George Herbert

 

Il miglior specchio è un vecchio amico.

L’acquirente necessita di cento occhi, il venditore di nessuno.

Dove il bere entra, l’intelligenza esce.

Un nemico è già troppo.

La ragione si trova tra le briglie e lo sperone.

Ma chi caccia le aquile con una colomba?

Le buone parole valgono molto e costano poco.

Chi ha la casa fatta di vetro, non dovrebbe gettare pietre contro quella degli altri.

Una spada fa stare l’altra nel fodero.

Metà del mondo non sa come vive l’altra metà.

Arriva giovedì e la settimana è già trascorsa.

Il periodo critico del matrimonio è l’ora di colazione.

L’occhio tiene di più della pancia.

Mostrami un bugiardo e ti mostrerò un ladro.

Non parlar dei miei debiti se non vuoi pagarli.

La vita è già spesa per metà prima che sappiamo cosa sia.

L’amore inespresso è come il vino tenuto nella bottiglia: non placa la sete.

La povertà non è un peccato.

Il tempo è il corridore che spezza la giovinezza.

Un’ora di sonno prima di mezzanotte è meglio che tre ore dopo la mezzanotte.

Il saggio non si cura di ciò che non può avere.

Nessuno conosce il peso del fardello altrui.

L’inferno è pieno di desideri e di buon senso.

Talvolta il miglior guadagno è nel perdere.

La parola è donna, l’azione uomo.

Un padre è meglio di cento insegnanti.

Vivere bene è la miglior vendetta.

Chi non è attraente a vent’anni, non è forte a trenta, non è ricco a quaranta, non è saggio a cinquanta, non sarà mai attraente, forte, ricco o saggio.

Fà ciò che è buono e giusto, e che il mondo sprofondi.

 

un autore a caso