Menù

Aforismi e citazioni di Elbert Hubbard

elbert hubbard

Aforismi e citazioni di Elbert Hubbard

 

Dateci una religione che ci possa aiutare a vivere, perché non possiamo morire senza assistenza. .

Il più grande sbaglio nella vita è quello di avere sempre paura di sbagliare.

Una macchina può fare il lavoro di cinquanta uomini comuni. Nessuna macchina può fare il lavoro di un uomo eccezionale.

Gli uomini sono puniti dai loro peccati, non a causa d’essi.

Non dare mai spiegazioni: i tuoi amici non ne hanno bisogno e i tuoi nemici non ci crederanno comunque.

Il progresso deriva da un intelligente uso dell’esperienza.

Amicizia: il tacito accordo fra due nemici di voler collaborare per un bottino comune. .

Il profumo è un odore adoperato per nascondere un odore peggiore. .

Per evitare le critiche, non fare niente, non dire niente, non essere niente.

Chi sa perdere è vincitore.

Si può sopportare il dolore da soli, ma ci vogliono due persone per provare gioia.

La vita è solo una dannata cosa dietro l’altra. .

Se soffri, ringrazia Dio! È un chiaro segno che sei vivo.

Quando i genitori fanno troppo per i figli, va a finire che non fanno abbastanza per se stessi.

Il socialismo è la distribuzione degli utili senza alcuna responsabilità per le perdite. .

Nessuno ha tanto bisogno di una vacanza quanto chi ne ha appena avuta una.

Cera una volta un tale che si pensava superiore a me: e lo fu veramente finché continuò a crederlo. .

Un amico è uno che sa tutto di te e nonostante questo gli piaci.

Una macchina può fare il lavoro di cinquanta uomini ordinari, ma nessuna macchina può fare il lavoro di un uomo straordinario.

Giornalista: una persona il cui lavoro consiste nel separare il grano dalla pula e nel far stampare la pula.

Chi non comprende il tuo silenzio probabilmente non capirà nemmeno le tue parole.

Il pessimista è uno che ha conosciuto bene un ottimista.

La concorrenza è la vita del commercio e la morte del commerciante. .

Coltivate solo quelle abitudini da cui siete disposti a farvi dominare.

 

un autore a caso