Menù

Aforismi e citazioni di Beppe Grillo

beppe grillo

Aforismi e citazioni di Beppe Grillo

 

Adesso, con l’Europa unita, un disoccupato di Benevento può andare a fare il disoccupato a Stoccolma.

Da giovane ho fatto una pubblicità, ma poi ho capito alcune cose sulla pubblicità. Qualche anno dopo ho cominciato a prendermela coi politici perché le cose non andavano bene, ma poi ho capito alcune cose sulla politica, che è controllata dall’economia. Qualche anno fa ho cominciato uno spettacolo prendendo a mazzate un computer, ma ora ho capito alcune cose su internet, che è la nostra unica difesa.

L’Italia è il paese dei furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un autobus e ho timbrato il biglietto: tlic tlac. Il guidatore si è girato e ha detto: "Cazzo è sto rumore? ".

La vita è diventata uno spettacolo dove noi siamo gli spettatori e dobbiamo anche pagare il biglietto.

Le cose non accadono se non le leggiamo.

Poi c’è - l’ho sentita alla radio questa, è straordinaria - un ultras del Milan che dice: "Noi ultras siamo moderati". Ma cosa vuol dire siamo moderati? Che hai un tagliaunghie, lo tiri fuori, tic, e te ne vai?

L’economia, se dovessi visualizzarla così, con un’immagine, sarebbe un cane, gioioso, ma non che muove la coda è la coda che muove il cane.

Mi viene in mente, stando alla scrivania, che l’unica differenza tra me e Clinton è che io, sotto, non ho nessuno!

Le banche ti chiedono soldi e fiducia, però legano la biro a una catenella.

Berlusconi voleva comprare l’AIDS quando ha saputo che si trasmette facilmente!

Credo nella reincarnazione. Nel testamento, mi sono nominato unico erede.

Oggi è difficile essere di sinistra senza essere di destra.

L’economia sa tutto di te e tu non sai niente dell’economia. La tua banca sa tutto di te, di quanti soldi hai, e quando li spendi; ma tu non sai niente di cosa fa la banca dei tuoi soldi e dove li mette, e se ce li ha!

Di Pietro va difeso. È un monumento per quello che fa.

I commercialisti fanno si che se dobbiamo pagare cinque milioni di tasse, ne paghiamo soltanto tre e diamo gli altri due a loro.

Chissà perché quando si sbaglia numero il telefono non è mai occupato.

I referendum abrogativi. Dove per dire sì devi votare no. E per dire no devi votare sì. Come uno che va a sposarsi e il prete dice: "La vuoi mandare a cagare? " "No. " "Allora vi dichiaro marito e moglie".

Ho conosciuto Andreotti, che è arrivato alla quinta reincarnazione. Purtroppo per lui, nello stesso corpo.

Quando Andreotti passerà a miglior vita sarà possibile togliergli la scatola nera dalla gobba e allora sapremo.

La mafia ha aperto un’inchiesta sulla Procura di Palermo. . .

È bello vedere i miei colleghi che vanno a fare beneficenza con il rimborso spese. È bellissimo. È come se io andassi da un povero e dicessi: "ti volevo dare tremila lire, ma ne ho spese diecimila di taxi, mi devi dare tu settemila lire di differenza".

Credo che Andreotti non abbia mai rubato, ma ha fatto tutto il resto.

Sono l’unico iscritto alla SIAE che si fa le cassette pirata da solo

Ma vi rendete conto, l’inquinamento viene preso a due metri d’altezza, i più esposti sono i bambini perché sono all’altezza dello scappamento ed io ho sentito un politico che ha detto: "Bisogna fare una legge! " Ho detto: c’è arrivato Dio mio! , ha scoperto questa cosa "Bisogna fare una legge ed alzare le carrozzine per legge" !

La nostra forza è che non capiscono cosa facciamo, ma diamo fastidio a tutti. È la rete. Io ho messo la faccia e la mia vita. Noi siamo indistruttibili.

La giovinezza è quando dai appuntamento a due ragazze contemporaneamente e poi esci con la terza.

È come se Mendeleev quando ha scoperto gli elementi, il giorno che ha scoperto l’ossigeno avesse detto: "benissimo, ho scoperto l’ossigeno, chi respira mi paga una royalty". Chi respira paga; pensa a Genova che casino, morivano tutti in apnea.

Voglio parlare del cervello. L’emisfero destro, quello razionale, e l’emisfero sinistro, quello della fantasia. Quello che fa credere all’automobilista costretto a fermarsi col rosso che è il semaforo ad avercela con lui.

Il razzismo è una strana malattia che colpisce i bianchi ma fa fuori i neri.

La lingua più parlata in Europa è l’inglese e l’unica nazione che non fa parte dell’Europa è l’Inghilterra.

Se si passa l’anno buttando le cose vecchie, state attenti perché è una trappola. Non esistono cose vecchie; esistono cose nuove buttate via, rimpiazzate da cose nuovissime. Noi buttiamo cose nuove per rimpiazzarle con cose nuovissime.

Tutto passa, tranne l’autobus che stiamo aspettando.

 

un autore a caso